Avevo capito che rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza. Amarsi è l'unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.
Fabio Volo dal libro "È una vita che ti aspetto"




martedì 26 luglio 2016

Mi sei passato. E non mi dispiace per come eri tu. Ma per come ero io

Lux
Ciao a tutti. Per un lungo periodo non fornirò più nessun tipo di consulenza qui nel blog. Mi spiace ma devo dedicarmi al mio studio e al lavoro in erboristeria,  che è molto aumentato. Se volete un appuntamento, mandatemi una mail luciana.ferri@icloud.com.
 usate la mail solo per richiedere appuntamenti e non consulenze varie, che non fornirò.
Grazie a tutti. 

domenica 29 maggio 2016

Qualcosa qui non accade
come dovrebbe.
Qui c’era qualcuno, c’era
poi d’un tratto è scomparso
e si ostina a non esserci.

W. Szymborska

mercoledì 25 maggio 2016

Estate: difendiamo i nostri occhi

Chi sono: mi chiamo Luciana Ferri, ho 47 anni. Nella vita ho scelto di fare la Naturopata e la riflessologa plantare (discipline che adoro)

Lavoro in un’erboristeria a Campi Bisenzio (FI) ed ho il mio studio a Sesto Fiorentino


Oggi in edicola è uscito un articolo, sul n. 20 del mensile Bio magazine , firmato dalla giornalista Paola Rinaldi, che parla di come difendere gli occhi in estate. Troverete anche i miei consigli che, in questo post, vi fornisco in maniera più estesa. Buona lettura!

 

 

Occhi ed estate

 

La protezione dei nostri occhi è sempre di vitale importanza ma, d’estate, occorre prestare maggiore attenzione a questi preziosi organi, specchio dell’anima, per fare in modo di salvaguardare salute e bellezza.

Ovviamente una prevenzione efficace andrebbe cominciata già da ore, quando aumenta in termine di quantità ed intensitàl’esposizione alla luce solare. In genere un paio di mesi sarebbe l’ideale, fino alla fine di agosto. 

Naturale non è sinonimo di “privo di rischio”, ci tengo a sottolinearlo, quindi chi ha patologie importanti e assume farmaci in maniera ricorrente deve necessariamente avvisare il proprio medico prima di assumere qualsiasi integratore. Buona norma sarebbe sempre comunicare all’erborista o al farmacista che ci vende l’integratore se si assumono farmaci di qualsiasi tipo, per evitare qualsiasi interazione.

Chi assume farmaci dovrebbe ricordare che:

gli estrogeni riducono nel nostro organismo le vitamine A, B6, B9 e C (la A e la C sono utili per la protezione oculare in estate, e non solo)

l’aspirina fa disperdere all’organismo vit. C

il paracetamolo induce un sovrautilizzo di vit. E

 

Piccolo glossario:

vitamine utili per la protezione oculare:

vit A (retinolo) 

vit B2 (riboflavina)

vit C (acido ascorbico)

vit E (tocoferolo)

 

Detto questo, possiamo ritenerci fortunati. La natura offre molti rimedi per contrastare la nocività dell’eccessiva esposizione ai raggi solari.

 

ALIMENTAZIONE

Utilissimo curare la propria alimentazione. Via libera all’assunzione quotidiana di frutta e verdura colorata di giallo, arancione e rosso (carote, melone, pomodori...). Sulla nostra tavola non devono mancare cibi ricchi di omega 3: tonno, salmone, sardine.... Verdure a foglia verde. Mais ricco di zeaxantina e luteina, pomodori crudi o cotti, olio di oliva, cereali integrali, mirtilli. Via libera agli alimenti che contengono vitamina C (agrumi, fragole, kiwi...). Patate dolci, pistacchi e noci, bacche di Goji. Una bella insalatona mista ci permette di associare più fonti nutritive senza fatica e con gusto. Occorre puntare su cibi e bevande dall’alto potere antiossidante, come il te’ verde. Prendere ogni giorno del lievito di birra, fonte di vitamine del gruppo B è un toccasana per i nostri occhi.

 

INTEGRATORI

In erboristeria o farmacia si possono trovare prodotti che associano più principi attivi. Ormai ce ne sono molti. Generalmente sono in capsule. Per i dosaggi di qualsiasi integratore basta leggere le indicazioni riportate sulla confezione e chiedere al venditore.

Personalmente consiglio Integratori di vit. C, come l’acerola, utile anche in caso di cataratta. La vit C ha un alto potere antiossidante, in grado di prevenire fenomeni di ossidazione all’interno e all’esterno della cellula. Associare la vit. C ai bioflavonoidi ne potenzia l’efficacia.

Utilissimo utilizzare astaxantinaun carotenoide presente in natura, soprattutto nell’ambiente marino. E’ un pigmento prodotto da alcuni tipi di alghe. L’attività antiossidante dell’astaxantina può essere addirittira più potente di quella del beta-carotene e della vit E

Altro integratore funzionale al benessere oculare è la luteina che svolge un’azione protettiva dalla luce e dalle radiazioni luminose.

vitB2  

vit A – betacarotene. 

Vit E

Il glutatione, a livello oculare, ha una capacità difensiva nei confronti degli agenti antiossidanti, in particolar modo, delle radiazioni ultraviolette.

L’Acido alfa lipoico è un potente antiossidante.

OPC dal francese oligomère procyanidoliques. Sono sostante contenute nei semi di uva rossa e nella corteccia del pino

Oligoelementi di rame e zinco

Mirtillo nero, maqui

Se siamo in presenza di disturbi oculari di tipo infiammatorio, sicuramente si avrà sollievo assumendo per via orale l’olio di ribes nero in perle.

RIMEDI LOCALI

Dalla notte dei tempi gli impacchi di camomilla servono a decongestionare gli occhi. Si lascia in infusione un cucchiaino di fiori in una tazza di acqua bollente, meglio se oligominerale, per 5/10 minuti. Si filtra e si lascia raffreddare. Si imbevono delle garze sterili e si preparano due compresse da lasciare sugli occhi struccati per 10/15 minuti. Si può aggiungere qualche fiori di malva e di elicriso.

Un’altro ottimo rimedio sono le bustine di te’nero o verde usate. Si possono mettere due bustine di te’ in frigorifero e, una volta fredde, si possono usare come compresse direttamente sugli occhi.

Un’altro impacco che oltre che decongestionare, rassoda il contorno occhi, si ottiene mettendo in infusione le bustine di te’ verde in acqua di rose di buona qualità, ben fredda. Le compresse così ottenute si lasciano in posa una quindicina di minuti.

Un vecchio rimedio della nonna consiste nel grattuggiare una patata, priva di buccia, e metterla in una garza. Lasciare sugli occhi per una ventina di minuti. Serve anceh in caso di congiuntivite.

Dischetti di cotone imbevuti nel latte freddo e lasciati in posa per una ventina di minuti.

 

Per i più frettolosi basterà tagliare due rondelle di cetrioli, lavati, e porle sugli occhi per 15-20 minuti.

Altro rimedio d’emergenza consiste nel preparare cubetti di ghiaccio con un infuso di erbe decongestionanti, camomilla, eufrasia, fiordaliso e malva (anche non tutte) ed utilizzarli al bisogno. Una sferzata di fresco e tonicità!

 

Al posto delle creme solite, utilizzare olio di cocco o di mandorle, anche come struccanti, e olio di argan o rosa mosqueta per il contorno occhi, ottimi olii dal potere elasticizzante ed antirughe.

Se si vuole provare con i Fiori di Bach, un ottimo decongestionante in caso di irritazioni e congiuntivite, non solo in estate, è un collirio a base del fiore Beech

 

RICAPITOLANDO

BETACAROTENE, BIOFLAVONOIDI, ASTANXANTINA, LUTEINA, GLUTATIONE, OPC, VIT A-B2-C-E, 

 



giovedì 31 dicembre 2015

2016



"Meraviglia dello stare bene
quando le formiche mentali
non partoriscono altre formiche
e si sta leggeri come capre sulla rupe
della gioia."
(da: Le parole giovani di Mariangela Gualtieri)

martedì 22 dicembre 2015

Novità editoriali - Requiem per una fata

Ecco, finalmente, il nuovo libro di un mio caro amico. Vi invito a dargli un'occhiata.
 

lunedì 23 novembre 2015

Ringraziamento


Devo molto a quelli che non amo.
Il sollievo con cui accetto
che siano più vicini a un altro.

La gioia di non essere io
il lupo dei loro agnelli.

Mi sento in pace con loro
e in libertà con loro,
e questo l'amore non può darlo,
né riesce a toglierlo.

Non li aspetto
dalla porta alla finestra.
Paziente
quasi come un orologio solare,
capisco
ciò che l'amore non capisce,
perdono
ciò che l'amore non perdonerebbe mai.

Da un incontro a una lettera
passa non un'eternità,
ma solo qualche giorno o settimana.

I viaggi con loro vanno sempre bene,
i concerti sono ascoltati fino in fondo,
le cattedrali visitate,
i paesaggi nitidi.

E quando ci separano
sette monti e fiumi,
sono monti e fiumi
che si trovano in ogni atlante.

E' merito loro
se vivo in tre dimensioni,
in uno spazio non lirico e non retorico,
con un orizzonte vero, perchè mobile.

Loro stessi non sanno
quanto portano nelle mani vuote.

"Non devo loro nulla" -
direbbe l'amore
su questa questione aperta.

Wislawa Szymborska